archeologia
preventiva

un lavoro complesso, che richiede intelligenza emotiva

Ai fini dell'applicazione dell'art. 28 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio (Decreto Legge 42/2004), l'Art. 25 del Codice degli Appalti (Decreto Legge 50/2016) prevede che il committente produca, già in sede di progettazione preliminare, una Verifica Preventiva dell'Interesse Archeologico da sottoporre alla valutazione della Soprintendenza A.B.A.P. territorialmente competente. Sulla base dei risultati della Valutazione d'Impatto Archeologico (VIArch) il Soprintendente comunica se la procedura può ritenersi conclusa, se sottoporre le opere a sorveglianza archeologica o se prescrivere ulteriori attività di verifica (carotaggi, indagini geofisiche, saggi archeologici).

Fin dalla sua costituzione Impact è iscritta nell'elenco degli operatori abilitati alla redazione del documento di valutazione archeologica nel progetto preliminare di opera pubblica (art. 25 c. 2 d.lgs. 50/2016 Codice degli appalti). Allo scopo di garantire prestazioni professionali adeguate a qualsiasi contesto, i soci e il personale a contratto vengono scelti  in base all'esperienza e alle capacità professionali ma, soprattutto, sulla base delle doti sociali individuali. Riteniamo che prestare servizi professionali in un settore così delicato richieda una buona intelligenza emotiva, dovendo garantire interessi apparentemente contrapposti come la tutela dei beni archeologici e lo sviluppo.

i nostri servizi per l'archeologia preventiva


Valutazioni d'impatto archeologico

Realizziamo Valutazioni di Impatto Archeologico (VIArch) nel rispetto dell’articolo 25 del Codice degli appalti (d.lgs. 50/2016), producendo tutta la documentazione necessaria alla Verifica preventiva dell’interesse archeologico in fase di progettazione preliminare di opere pubbliche o opere di interesse pubblico svolte nell'ambito di procedure di Autorizzazione Unica ai sensi del d.lgs. 387/2003 (ad esempio in fase di progettazione di grandi impianti eolici e fotovoltaici).


Assistenza archeologica

Fin dal 2015 la Cooperativa Impact è iscritta nell'elenco degli operatori abilitati alla redazione del documento di valutazione archeologica nel progetto preliminare di opera pubblica (art. 25 d.lgs. 50/2016 Codice degli appalti). Allo scopo di garantire prestazioni professionali adeguate a qualsiasi contesto, i soci e il personale a contratto vengono scelti non solo sulla base dell’esperienza e delle competenze professionali ma, soprattutto, sulla base delle capacità empatiche e dell'intelligenza emotiva di ogni singolo professionista coinvolto.


scavi archeologici

L’articolo 25 del Codice degli appalti (d.lgs. 50/2016) prevede che il soprintendente qualora ravvisi l’esistenza di un interesse archeologico nelle aree oggetto di progettazione, possa richiedere una verifica preventiva dell’interesse archeologico attraverso l'esecuzione di saggi archeologici e, ove necessario, l'esecuzione di sondaggi e di scavi, anche in estensione tali da assicurare una sufficiente campionatura dell'area.

tante ragioni per sceglierci

aderisci alla nostra newsletter

© 2020 Impact. All Rights Reserved